New PDF release: Noi e gli antichi. Perchè lo studio dei Greci e dei Romani

By Luciano Canfora

ISBN-10: 881700071X

ISBN-13: 9788817000710

Il vincolo che collega los angeles nostra cultura alla lingua, alla storia, al pensiero dei Greci e dei Romani non va ricercato in una presunta identità tra noi e gli antichi. Al contrario, capire le differenze ci consentirà di conoscere il senso che il passato e l. a. sua eredità hanno su di noi.
È questa los angeles through seguita da Luciano Canfora nei saggi scritti in line with questo quantity, incentrati su alcuni temi cruciali: il metodo degli storici antichi, il rapporto tra storiografia e verità, l. a. visione della storia come fiume "grande e lutulento" che assimila e trascina le più different tradizioni culturali. L'opera propone solidi argomenti in step with riflettere sulla centralità degli studi classici nella formazione della cultura moderna e spiega come essi rivelino qualcosa di nuovo non solo sul mondo antico, ma anche sul nostro.
Il quantity, arricchito in questa edizione da una nuova parte sulla tradizione classica, si finish con una sezione, non priva di spunti polemici, dedicata all'attuale statuto scolastico della cultura classica e riporta in Appendice uno scritto latino del giovane Marx sul principato di Augusto.

Show description

Read or Download Noi e gli antichi. Perchè lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni PDF

Similar italian_1 books

Dissent and philosophy in the Middle Ages : Dante and his - download pdf or read online

Dissent and Philosophy within the heart a long time deals students of Dante's Divine Comedy an quintessential figuring out of the political, philosophical, and spiritual context of the medieval masterwork. First penned in French through Ernest L. Fortin, one in every of America's most popular thinkers within the fields of philosophy and theology, Dissidence et philosophie au moyen-%ge brings to gentle the complexity of Dante's concept and paintings, and its relation to the principal subject matters of Western civilization.

Download PDF by Guglielmo Gorni: Dante. Storia di un visionario

Italian variation - "In Italia Garibaldi e Dante hanno sempre ragione: di loro non si può parlar mai male; e almeno consistent with il primo dei due, ciò è passato in proverbio. Neppure noi qui parleremo male di Dante. Non accrediteremo according toò su di lui pie leggende: ciò è dovuto alla verità e alla storia". Il Dante di Corni, che tiene conto di una eccezionale mole di fonti, scioglie miti consolidati da secoli di tradizione.

Extra resources for Noi e gli antichi. Perchè lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni

Sample text

Come mai i Persiani, numericamente prevalenti, erano stati sconfitti dai Greci, militarmente inferiori? Il loro fisico – è questa la risposta ippocratica – era stato infiacchito dall’ambiente troppo “favorevole”, troppo “dolce” (concetto adombrato, del resto, negli ultimi capitoli del IX libro erodoteo). Era aperta così la strada alla “relativizzazione” della “natura umana”. Ma anche a interpretazioni devianti in senso più o meno apertamente razziale, o razzistico: di quel razzismo soft che Claude Calame ha, a ragione, riconosciuto in alcuni aspetti del pensiero “antropologico” greco.

Ma non può trascurarsi l’ambiguità di una cultura che si propone come innovatrice in nome di un ritorno al passato: una cultura remota, quella greca e romana, veniva anteposta alla cultura dei moderni (cioè a quella medievale), vista – quest’ultima – come decadenza in quanto allontanamento dai modelli . Tale atteggiamento poteva comportare – e comportò – un decisivo recupero di valori mondani, ma rinsaldò una concezione del mondo come caduta da un modello perfetto. È un vizio d’origine che ha pesato nella storia degli studi classici in due direzioni: il metodo si è andato affinando ed è divenuto esemplare per ogni analoga indagine storicoricostruttiva (qualunque testo si è potuto proficuamente studiare con i metodi elaborati per i classici), ma, proprio perciò, si perpetuava l’illusione della “naturale superiorità” di questo campo del sapere, si confermava una “gerarchia”, in cima alla quale si ponevano gli studi classici.

Il fenomeno certo esiste, anche se non è poi così vistoso. E forse ha a che fare col declino delle correnti di pensiero incentrate sull’idea di progresso, e l’affermarsi di un pensiero sostanzialmente pessimista, e perciò incline a una visione “ciclica” della storia. E interferisce anche un pensiero più o meno “debole”, di norma portato a fare a meno della storia e a trattare gli antichi e i loro pensieri come contemporanei nostri: senza mediazioni. Š Al contrario la strada da percorrere, la meno ingenua, e forse anche la meno sterile, sarebbe proprio quella che punta a conoscere per differentiam : al di là di una tradizione umanistica di lunga durata, che insiste sull’identità tra loro e noi .

Download PDF sample

Noi e gli antichi. Perchè lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni by Luciano Canfora


by Daniel
4.2

Rated 4.74 of 5 – based on 18 votes