Ibn Battuta; Claudia M. Tresso (ed.)'s I viaggi PDF

By Ibn Battuta; Claudia M. Tresso (ed.)

Show description

Read or Download I viaggi PDF

Similar italian_1 books

Get Dissent and philosophy in the Middle Ages : Dante and his PDF

Dissent and Philosophy within the heart a while bargains students of Dante's Divine Comedy an indispensable figuring out of the political, philosophical, and non secular context of the medieval masterwork. First penned in French by means of Ernest L. Fortin, considered one of America's preferable thinkers within the fields of philosophy and theology, Dissidence et philosophie au moyen-%ge brings to mild the complexity of Dante's notion and paintings, and its relation to the important subject matters of Western civilization.

New PDF release: Dante. Storia di un visionario

Italian version - "In Italia Garibaldi e Dante hanno sempre ragione: di loro non si può parlar mai male; e almeno in line with il primo dei due, ciò è passato in proverbio. Neppure noi qui parleremo male di Dante. Non accrediteremo according toò su di lui pie leggende: ciò è dovuto alla verità e alla storia". Il Dante di Corni, che tiene conto di una eccezionale mole di fonti, scioglie miti consolidati da secoli di tradizione.

Additional info for I viaggi

Sample text

483-86). 8 Sul commercio degli schiavi in quest’area e nella storia mondiale si veda il recente, autorevole studio di O. Pétré Grenouilleau, Les traites négrières, Gallimard, Paris 2004. 9 Probabilmente si trattava anche questa volta di una nave genovese; cfr. R. , p. 201. 10 L’espansione dell’Orda sarà fermata nel 1380 dai principati russi nella battaglia di Kulíkovo (200 km a sud di Mosca) che segna l’inizio della Russia come nazione, e un analogo freno all’espansione mongola era stato dato dai mamelucchi con la battaglia di ‘Ayn Jālūt (Palestina, 1260), che aveva segnato l’inizio della loro sovranità su Egitto e Siria.

16 Questa è la data della morte di IB come la riferisce il giurista egiziano del XV sec. Ibn Hajar al-‘Asqālanī, ma potrebbe anche trattarsi del 1377 (P. Charles-Dominique, Voyageurs arabes, Gallimard, Paris 1995, p. 1131; A. v. Ibn Baṭṭūṭa). 17 T. , pp.

La dār al-Islām, cioè l’insieme dei territori dove i sovrani, e dunque le istituzioni e la Legge – ed eventualmente la maggioranza della popolazione –, erano musulmani, si estendeva dalle coste atlantiche dell’Africa fino a Sumatra, e al di fuori di quest’area esistevano comunità, ancorché minoritarie, di musulmani nel sub-continente indiano e in Cina – senza dimenticare la dinastia nasride a Granada. Ovunque IB si recò, poté trovare le istituzioni proprie della civiltà islamica (dalle moschee alle màdrase, dai mercati agli hammam) e vivere insieme a gente che non solo aveva le sue stesse credenze religiose e praticava i suoi stessi riti, ma condivideva anche i suoi principî morali, le sue idee sulla famiglia e sulla società e, almeno in parte, i suoi usi e costumi quotidiani.

Download PDF sample

I viaggi by Ibn Battuta; Claudia M. Tresso (ed.)


by Kenneth
4.5

Rated 4.59 of 5 – based on 45 votes