Download e-book for kindle: Breve storia della biologia. Introduzione alle idee della by ASIMOV Isaac -

By ASIMOV Isaac -

Bologna, Zanichelli, 1969, octavo brossura con sovr. ailing. col. pp. 159 con fig. e tab. n.t.

Show description

Read Online or Download Breve storia della biologia. Introduzione alle idee della biologia PDF

Similar italian_1 books

Dante Alighieri, 1265-1321; Fortin, Ernest L.; Dante's Dissent and philosophy in the Middle Ages : Dante and his PDF

Dissent and Philosophy within the center a while bargains students of Dante's Divine Comedy an imperative knowing of the political, philosophical, and spiritual context of the medieval masterwork. First penned in French via Ernest L. Fortin, one in every of America's most excellent thinkers within the fields of philosophy and theology, Dissidence et philosophie au moyen-%ge brings to gentle the complexity of Dante's concept and paintings, and its relation to the crucial topics of Western civilization.

Guglielmo Gorni's Dante. Storia di un visionario PDF

Italian variation - "In Italia Garibaldi e Dante hanno sempre ragione: di loro non si può parlar mai male; e almeno consistent with il primo dei due, ciò è passato in proverbio. Neppure noi qui parleremo male di Dante. Non accrediteremo according toò su di lui pie leggende: ciò è dovuto alla verità e alla storia". Il Dante di Corni, che tiene conto di una eccezionale mole di fonti, scioglie miti consolidati da secoli di tradizione.

Additional resources for Breve storia della biologia. Introduzione alle idee della biologia

Example text

Ben diversa dall’immagine trionfante con la quale era iniziato il Trecento è anche quella che offre di sé il papato: due pontefici, a volte tre, due collegi cardinalizi, due curie, una a Roma e l’altra ad Avignone. La centralità e l’universalità della Chiesa, che ha avuto tanta parte nella spinta espansiva della società europea, appare in crisi, la mancanza di un fondamento teorico indiscusso all’idea del primato papale apre una stagione di contrasti sull’effettiva titolarità del governo della Chiesa, intesa comeŠcongregatio fidelium, di cui il papa è spesso indicato come il rappresentante più illustre, senza peraltro riconoscerne l’assoluta superiorità.

1431), si rivela comunque favorevole per entrambe le monarchie che impongono la propria autorità sui particolarismi feudali. Guerre, sebbene di portata più ridotta, si svolgono in Italia per la supremazia territoriale, ma senza alcun disegno politico unificante, neanche per quanto attiene alla difesa comune, come pure sembra adombrare l’equivoca formula diŠlibertas Italiae: una terminologia propria delle esperienze cittadine, dilatata per ricomprendervi la comune aspirazione al consolidamento e all’autonomia delle signorie regionali che si vanno affermando in Italia nella prima metà del Quattrocento e trovano un equilibrio nella pace di Lodi (1454).

Ma in una situazione molto tesa, in cui la predicazione di Girolamo da Praga contro il papa e le gerarchie ecclesiastiche innesca periodici tumulti popolari, l’eredità del pensiero ussita finisce per spaccarsi in due tronconi contrapposti fra taboriti – che ne raccolgono il carattere egualitario e, guidati da Jan Žìžka (1360 ca. - 1424), danno vita a una vera e propria rivolta sociale in cui si esprimono le difficoltà e la rabbia dei ceti contadini e salariati per le guerre, l’avidità dei ceti egemoni e la crisi alimentare e produttiva – e utraquisti, ai quali si legano i nobili e i ceti abbienti della Boemia, che, pur condividendo le tesi di Hus sull’eucaristia dispensata sotto forma di pane e di vino, sull’elettività delle cariche ecclesiastiche, sulla rinuncia dei religiosi ai beni temporali e sulla sottomissione del clero al potere civile, addivengono a un compromesso con la Chiesa e con il potere imperiale e partecipano all’annientamento dei taboriti a Lapany (1434).

Download PDF sample

Breve storia della biologia. Introduzione alle idee della biologia by ASIMOV Isaac -


by Charles
4.5

Rated 4.01 of 5 – based on 23 votes